A parole nostre

0
0
0
s2smodern

Le interviste di Servizi in Zona

a

Antonello Deriu, Sara Rosato, Martina Gorini

 

 

lamore ai tempi del Covid 19

image https://www.tvboy.it/

Le indicazioni dell’OMS per limitare la diffusione del coronavirus prevedono una distanza dalle persone di minimo 1 metro, l’evitamento di strette di mani, abbracci, baci, è difficile pensare alla possibilità di avere un’intimità con qualcuno.

 Abbiamo intervistato i nostri associati psicologi, sessuologi rispetto a quello che sta succedendo e come affrontare la sessualità in questo periodo di isolamento.

 

La prima domanda che vogliamo fare è: il Covid-19 si può trasmettere sessualmente?

Il Covid-19 è un virus che può essere trasmesso da persona a persona tramite un contatto stretto; il contagio avviene attraverso la saliva e le goccioline che vengono espulse tramite il respiro delle persone infette, in particolar modo attraverso la tosse e gli starnuti, o toccandosi bocca, naso, occhi con le mani contaminate. La trasmissione può avvenire sicuramente attraverso il bacio ed il contatto corporeo, ma non ci sono evidenze scientifiche sulla sua presenza all’interno di altri liquidi corporei, come la lubrificazione vaginale e il liquido seminale. Quindi, il rapporto sessuale con una persona infetta è a rischio perché per essere praticata la sessualità è presente una vicinanza tale da permettere lo scambio di saliva attraverso il bacio, o comunque la sola vicinanza con il partner può essere un modo di trasmissione del virus.

“Ritrovare la sessualità dell’adolescenza. Evitare i rapporti estremi e ritornare su quei rapporti dove c’era più coinvolgimento a livello di preliminari. Adesso abbiamo tempo, no? Quindi prendiamocelo e facciamo le cose con calma sia lui verso di lei che lei verso di lui. Abbiamo tanti punti sul corpo che se stimolati bene sono un orgasmo dopo l’altro”, queste le parole di Rocco Siffredi che ha inventato il #Coronasutra…. volete aggiungere o specificare qualcosa?

L’idea di Rocco Siffredi ci piace e ci fa divertire molto ed i suoi suggerimenti ci sembrano più che validi. Sarebbe importante che ogni coppia imparasse a “ritrovare la sessualità dell’adolescenza”, soprattutto coloro che vivono una relazione da diverso tempo; questo incentiverebbe la funzione ludica della sessualità. Carezze, massaggi, coccole: sono tutti elementi che valorizzano l’intimità di coppia, favoriscono una maggiore conoscenza del proprio corpo e del corpo del/della partner e fanno sì che la sessualità non diventi un atto meccanico, finalizzato esclusivamente al raggiungimento dell’orgasmo attraverso la penetrazione. Questa può essere anche un’occasione per migliorare la comunicazione e sperimentare nuove pratiche che possono aiutare ad uscire dalla routine.

Ci sono molte coppie che stanno vivendo questa lontananza forzata senza sapere quando torneranno a vedersi. Inoltre chat, videochiamate, sms e telefonate non possono mai dare quei brividi di piacere che dà la relazione fisica. Come si fa a mantenere una buona sessualità anche a distanza?

Mantenere una buona sessualità a distanza non è facile e sicuramente la tecnologia non compenserà il contatto fisico. E’ altresì vero che strumenti come lo smartphone e pc possono essere utili per creare una comunicazione che lasci spazio al gioco e alla fantasia, sperimentando modalità che molte coppie non mettono in atto nella quotidianità. Ad esempio possono essere praticati il sexting o giochi hot; in questo modo sarà possibile mantenere attivo l’interesse sessuale per il/la partner aumentando anche la complicità di coppia. Ovviamente coloro che avevano queste abitudini già prima dell’emergenza avranno meno difficoltà nel mettere in pratica tali comportamenti alternativi al rapporto sessuale, mentre chi non l’ha mai sperimentato potrebbe provare un senso di imbarazzo iniziale. In questi casi risulta fondamentale parlarne con il/la partner, così da cercare insieme metodi per rompere il ghiaccio. Non dimentichiamo che, qualora il/la partner non fosse disponibile in un particolare momento di alto livello di desiderio sessuale, ci si può ritagliare uno spazio personale da dedicare all’autoerotismo.

Pure dal punto di vista emotivo, ci potrebbero essere delle situazioni difficili che non si possono risolvere nell’immediato e che l’isolamento potrebbe ampliare, cosa consigliate alle coppie a distanza?

Prima di tutto bisogna ricordare che la situazione attuale è temporanea, quindi non bisogna scoraggiarsi o pensare che la propria relazione a distanza sia destinata alla rottura. Anzi, si può approfittare di questo periodo per fare dei piani futuri con il proprio partner. Per mantenere vivo il rapporto di coppia è bene cercare di programmare e rispettare degli appuntamenti virtuali con chiamate, messaggi e videochiamate. Queste azioni sono importanti per favorire la comunicazione e far si che il/la partner diventi una risorsa per affrontare questo periodo difficile.

Un single invece come può affrontare questa situazione di isolamento?

In questo momento in cui è impossibile uscire e avere contatti sociali ciò che può essere utile ad un single, è dedicarsi all’autoerotismo; in aiuto si è prodigato il sito PornHub che ha regalato l’abbonamento premium a tutta l’Italia. Inoltre, se si possiedono dei sex toys, questo potrebbe essere il momento di andare a rispolverarli per usarli come alternativa alla classica masturbazione e rompere la routine; questa potrebbe anche rappresentare un’occasione per esplorare il proprio corpo e scoprire nuove zone di piacere. Ricordiamoci inoltre che, anche in questo caso, si può praticare sexting: niente vieta di chattare con altre persone e scambiarsi qualche messaggio un po’ spinto. Anche se si tratta di sessualità a distanza, bisogna comunque stare attenti e farlo con persone fidate, soprattutto per quanto riguarda lo scambio di immagini personali o video.

Dott.ssa Martina Gorini sessuologa psicologa

Dott.ssa Sara Rosato sessuologa psicologa

Dott. Antonello Deriu sessuologao psicologo 

Ideatori della pagina IG FB di Start&Up

 

Lascia un commento

Sei un professionista o lavori in una struttura che può essere interessata a fare parte del nostro network?

Compila il modulo e ti chiamiamo noi!

Campo obbligatorio

Campo obbligatorio

Indirizzo e-mail non valido

Campo obbligatorio

INFORMATIVA PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Informativa ai sensi e per gli effetti di cui all'art. 13 e ss. del Regolamento UE n. 679/2016 del 27 aprile 2016, (General Data Protection Regulation - G.D.P.R.) "relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (regolamento generale sulla protezione dei dati)" Ai sensi e per gli effetti di cui all'art. 13 del Regolamento UE n. 679/2016 vi informiamo di quanto segue. Attuando la procedura di registrazione ai nostri servizi, gli utenti comunicano volontariamente alla Associazione Culturale Servizi in Zona, Titolare del trattamento, i propri dati personali. I dati personali inviati saranno trattati nel rispetto dei principi di protezione dei dati personali stabiliti dal Regolamento UE n. 679/2016 e dalle altre norme vigenti in materia. Il conferimento dei dati è facoltativo. Tuttavia, il mancato conferimento dei dati ritenuti obbligatori (contrassegnati con il segno *) impedirà la corretta registrazione ai siti, nonché la possibilità di fruire dei servizi riservati agli utenti registrati. Titolare, Responsabile della Protezione dei dati e Responsabili del trattamento dei dati Il Titolare del trattamento è l'Associazione Culturale Servizi in Zona, in persona del suo Presidente p.t. con sede in Firenze, Via della Sala n. 1/A p.iva ____________ L'elenco aggiornato dei responsabili nominati dal Titolare ai sensi dell'art.28 del Regolamento UE citato e delle persone autorizzate al trattamento à consultabile mediante richiesta da inviarsi a mezzo e – mail al Titolare Finalità e modalità del trattamento dei dati I dati personali raccolti con la registrazione o iscrizione ai nostri siti sono trattati al fine di consentire l'accesso ai prodotti, ai servizi e ai contenuti riservati agli utenti registrati. Nel caso in cui l'utente abbia espresso il consenso al momento dell'attivazione del servizio, o lo esprima successivamente e fino alla revoca dello stesso, i suoi dati personali potranno essere trattati dall'Associazione Culturale Servizi in Zona per: 1. consentire l'accesso a prodotti, servizi e contenuti; 2. inviare, nel caso in cui gli utenti abbiano espresso il consenso al momento dell'attivazione del servizio, o lo esprimano successivamente, e fino alla revoca dello stesso, comunicazioni di carattere commerciale su prodotti e servizi propri o di società terze, anche con modalità automatizzate, per finalità di vendita diretta, nonché per l'invio di ricerche di mercato e per la verifica del grado di soddisfazione degli utenti; 3. effettuare, nel caso in cui gli utenti abbiano espresso il consenso al momento dell'attivazione del servizio, o lo esprimano successivamente, e fino alla revoca dello stesso, anche mediante strumenti elettronici, attività di analisi di specifici comportamenti e abitudini di consumo, in modo da migliorare i servizi forniti e indirizzare le proposte commerciali di interesse dell'utente, offrendo anche a terzi i dati aggregati di riepilogo delle aperture e dei click ottenuti attraverso un sistema di tracciatura mediante "cookie". 4. comunicare e cedere a terze parti i dati degli utenti, nel caso in cui gli stessi abbiano espresso il consenso al momento dell'attivazione del servizio, o lo esprimano successivamente, e fino alla revoca dello stesso, per l'invio di comunicazioni di carattere commerciale su prodotti e servizi di società terze, anche con modalità automatizzate, per finalità di vendita diretta, nonché per l'invio di ricerche di mercato; 5. L'Associazione Culturale Servizi in Zona utilizzerà, inoltre, i dati personali per finalità amministrative e contabili e per l'esecuzione degli obblighi contrattuali nei confronti degli utenti che facciano parte della propria clientela. I dati personali inviati mediante le procedure di registrazione a prodotti e servizi possono essere trattati dall'Associazione Culturale Servizi in Zona con strumenti automatizzati. Resta ferma la possibilità per il Titolare di trattare i predetti dati in forma aggregata, nel rispetto delle misure prescritte dall'Autorità Garante e in virtù dello specifico esonero dal consenso previsto dalla medesima, per analisi ed elaborazioni elettroniche (es.: classificazione dell'intera clientela in categorie omogenee per livelli di servizi, consumi, spesa, ecc.) dirette a monitorare periodicamente lo sviluppo e l'andamento economico delle attività del Titolare, a orientare i relativi processi industriali e commerciali, a migliorare i servizi, nonché a progettare e realizzare le campagne di comunicazione commerciale. Specifiche misure di sicurezza sono osservate dall'Associazione Culturale Servizi in Zona per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti, o non corretti, e accessi non autorizzati. I dati personali sono registrati e custoditi su database elettronici situati in Italia o comunque in Paesi appartenenti allo Spazio Economico Europeo (SEE). Il trattamento dei dati personali forniti dagli utenti potrà essere effettuato anche da società, enti o consorzi, nominati responsabili del trattamento ai sensi dell'art. 28 del Regolamento UE citato, che, per conto dell'Associazione Culturale Servizi in Zona, forniscono specifici servizi elaborativi, o attività connesse, strumentali o di supporto. I dati personali forniti dagli utenti potranno essere, inoltre, comunicati: • a soggetti ai quali la facoltà di accedere ai dati personali sia riconosciuta da disposizioni di legge, da regolamenti o dalla normativa comunitaria; • a soggetti nei confronti dei quali la comunicazione sia prevista da norme di legge o di regolamento, ovvero da soggetti pubblici per lo svolgimento delle loro funzioni istituzionali. Il periodo di conservazione dei dati personali di cui sopra è in linea con le previsioni normative vigenti. Diritti dell'interessato L' interessato ha il diritto di chiedere al Titolare del Trattamento. l'accesso ai dati personali che lo riguardano, nonché la rettifica, la cancellazione, la limitazione, l'opposizione al loro trattamento, se effettuato in modo automatizzato sulla base del consenso o per l'esecuzione del contratto. L'interessato ha il diritto di revocare il consenso in qualsiasi momento senza pregiudicare la liceità del trattamento basata sul consenso prestato prima della revoca. L'interessato ha il diritto di proporre reclamo all'Autorità Garante per il trattamento dei dati personali, ai sensi dell'art. 77 del Regolamento UE 679/2016
Campo obbligatorio

Verifica di sicurezza
Campo obbligatorio