Stampa
0
0
0
s2smodern
powered by social2s

Troppo Umani

La Rubrica del Dottor Davide Garau 

 

Crazy Jane e il disturbo dissociativo dellidentita

Inizia la rubrica Troppo Umani curata dal Dottor Davide Garau Psicologo e Psicoterapeuta.

Attraverso le storie dei supereroi/ superVillans introdurrà alcuni dei disturbi psicologici. I personaggi immaginari esorcizziano le paure e la nostra vulnerabilità sembrando distanti, con questa rubrica vogliamo mostrare che anche i Supereroi o superVillans hanno le dipendenze e le debolezze di qualsiasi essere Umano

 

Con disturbo dissociativo dell’identità, o disturbo di personalità multipla, si intende quella condizione in cui almeno due personalità distinte prendono alternativamente e costantemente il controllo del comportamento di un individuo, con perdita di memoria tra uno stato e l’altro, senza che ciò sia conseguenza di un abuso di sostanze o di una condizione medica generalizzata.

La sintomatologia di questo disturbo dissociativo può essere varia e la sua insorgenza sembra essere legata ad un forte trauma subito durante l’infanzia (generalmente di tipo sessuale e/o violento), a cui il soggetto ha cercato di far fronte mediante meccanismi psicologici difensivi primitivi come la dissociazione e la scissione dell’Io, che non sono altro che il miglior adattamento possibile di un soggetto immaturo a una situazione particolarmente stressante e pericolosa.

Negli anni sono stati portati avanti vari studi sul disturbo dissociativo di personalità, sulle sue cause e sulla sua reale incidenza e diffusione (la maggior parte delle diagnosi pare essere fatta negli Stati Uniti) e, per la sua natura, questa condizione è stata ispirazione di innumerevoli opere letterarie, teatrali e cinematografiche (si pensi a Dottor Jekyll e Mr. Hyde di Stevenson o a Psycho di Hitchcock).

Il soggetto su cui mi voglio soffermare in questo articolo, però, è Crazy Jane, personaggio creato da Grant Morrison e Richard Case per la casa editrice Vertigo ed interpretata nella serie televisiva Doom Patrol dall’attrice Diane Guerrero.

Crazy Jane fa parte di Doom Patrol, un gruppo di bizzarri supereroi caratterizzati dal vivere ai margini della società a causa della loro peculiarità. Il personaggio di Jane è parzialmente basato sulla vita di Truddi Chase, una scrittrice americana affetta da disturbo di personalità multipla e mostra alcune analogie con la storia di Billy Milligan, un uomo dell’Ohio che sviluppò 24 personalità diverse e che venne assolto da una serie di accuse, perché la difesa riuscì a dimostrare che i crimini erano stati commessi da delle personalità alternative, su cui Billy non aveva nessun controllo e di cui non aveva alcuna memoria (la sua storia ha ispirato il film Split di M. Night Shyamalan e il libro The Crowded Room di Daniel Keyes).

Esattamente come Chase e Milligan, Jane ha subito ripetuti abusi di natura sessuale durante l’infanzia, a partire dai cinque anni. In realtà Jane non è la personalità “originale”: questa è Kay Challis, che in seguito alle ripetute violenze ricevute dal padre, si è completamente ritirata in sé stessa, permettendo la creazione e lo sviluppo di tutta una serie di personalità diverse, ognuna con una propria funzione e un proprio super potere.

L’inconscio di Crazy Jane è rappresentato come una vasta linea della metropolitana, chiamata Underground, in cui ad ogni fermata corrisponde una personalità: quando una di queste deve prendere il controllo, sale sul treno e viene portata alla luce (nel caso di Billy Milligan, il soggetto parlava di una stanza buia, con un cono di luce al centro. Ogni volta che una personalità entrava nella luce, prendeva il controllo ed emergeva).

Dopo il ritiro di Kay, la personalità principale prende il nome di Miranda, ma questa viene distrutta in seguito ad un altro stupro subito dalla ragazza, questa volta in una chiesa, che porta ad un’ulteriore frammentazione del suo Io e alla creazione di 64 personalità differenti, tra le quali ricordiamo:

- Jane: personalità primaria, senza poteri

- Hammerhead: una punk molto aggressiva e dotata di super forza

- Flit: amante degli anni ‘80, si può teletrasportare

- Silver Tongue: può materializzare le parole che dice e usarle come armi da lancio

- Sun Daddy: un gigante con un sole come testa che lancia palle di fuoco

- Hangman’s daughter: una pittrice che può animare i propri dipinti

- Karen: patita delle commedie romantiche anni ‘90, può far innamorare chiunque

- Dr. Harrison: una psichiatra capace di far emergere i traumi infantili degli altri

- Black Annis: una strega dalla pelle blu e lunghe lame sulle dita

- Daddy: una manifestazione gigante e mostruosa del padre di Kay, risiede nel Pozzo, il luogo dove muoiono le personalità, in fondo all’Underground

- Driver 8: guida il treno che percorre l’Underground, non emerge mai

Altri personaggi dei fumetti con disturbo dissociativo dell’identità sono Legion e Typhoid Mary della Marvel.

 

Il dott. Davide Garau è uno psicologo e psicoterapeuta specializzato in Terapia Familiare. Il suo approccio è quello sistemico-relazionale, che considera i sintomi e il disagio di una persona come il risultato di un complesso intreccio tra esperienza soggettiva, qualità delle relazioni interpersonali e capacità di autovalutazione della propria situazione. Offre terapie e consulenze individuali, di coppia e familiari. https://www.psicoterapia-firenze.it/

 

Lascia un commento